PROGETTO ANNUALE

In linea con il nostro PTOF

IO CI TENGO

Papa Francesco ha regalato anni fa alla chiesa e al mondo, la Lettera Enciclica Laudato Si, dedicata alla questione ambientale. La nostra scuola dell’infanzia  quest’anno, vuole mettere al centro della riflessione pedagogico-didattica il problema che il Papa, ma anche il mondo intero, ha riportato alla nostra attenzione.

Quante volte a scuola, facciamo l’esperienza della sapienza dei bambini, che sanno vivere nel mondo come nella propria casa: la natura, il paesaggio umano, le relazioni, gli animali, i fiori e lo scorrere delle stagioni, tutto questo viene colto dai bambini, come i tempi e gli abitanti della nostra casa comune, che è “IL MONDO”, una casa abitata e abitabile, almeno fino a quando lo sguardo innocente, non si scontra con le logiche del calcolo e dello sfruttamento della natura, delle persone e della vita.

E’ lo sguardo di chi si riconosce creatura, destinatario di un dono immenso che è la propria vita e la vita del mondo.

E’ possibile per noi grandi riscoprire il valore della nostra casa comune, la natura? E’ possibile trovare le parole, i gesti, le azioni educative per valorizzare l’esperienza dei nostri bambini? E’ possibile costruire percorsi pedagogici e didattici per educare alla cura del mondo e della natura?

Noi insegnanti vorremmo dedicare alcune riflessioni alle parole:

 

·      ECOLOGIA: è lo sguardo che ci ricorda che il mondo è la nostra casa, e che il nostro compito è di custodirlo come la propria casa.

·      NATURA: è il grande nome con il quale definiamo tutto ciò che non è creato dall’uomo, non è ne artificio, ne cultura.

·      CREATO: un nome diverso per parlare della natura, che riconosce che c’è un creatore, che riconosce un mistero che ci ricorda che ciò che ci è dato è, appunto, un dono.

·  CURA: la definizione più semplice è “avere a cuore”, un tenere nel cuore che si fa gesto etico, di rispetto, tutela, protezione, promozione.

· CUSTODIA: protezione senza possesso, godimento senza sfruttamento, ammirazione senza invidia, protezione senza soffocamento, un bel equilibrio.

 

Il percorso annuale che intendiamo intraprendere diventa quindi per noi insegnanti, alunni, bambini, istituzione scolastica, una missione: in particolare assumendo il mandato che ci è proprio, quello di educare con le parole, gesti e comportamenti, una nuova generazione di uomini e donne che si sentano custodi del creato e del fratello insieme.

Il percorso verrà suddiviso in due macro unità :

 

1 unità : IMMERSI NELL’ACQUA (da settembre a metà febbraio)

Nella prima unità di apprendimento dedicheremo particolare attenzione all’elemento ACQUA fonte di vita per ogni essere vivente. Il tema dell’acqua rappresenta un argomento strategico nell’attività didattica perché consente di affrontare problematiche fondamentali per la vita dell’uomo sulla terra e permette di strutturare nei bambini conoscenze e attenzioni per la formazione del “cittadino del mondo”.

 

2 unità: LA TERRA NON SI FERMA (da metà febbraio alla fine di giugno)

Nella seconda unità di apprendimento l’attenzione sarà puntata sull’elemento TERRA, i suoi diversi habitat e le principali problematiche che la affliggono: siccità, deforestazione e animali in via di estinzione.

 

 

 

 

 
Esci Home